Apon, Annette

Olandese, nata ad Amsterdam nel 1949, ha studiato alla Duch Film Academia dal 1968 al 1972. Dal 1973 inizia la sua produzione di cortometraggi. Studiosa di teoria e critica, nel 1974 e co-fondatrice della rivista ‘Skrien’ e partecipa alla creazione di un collettivo di cinema, ‘Amsterdams Stadsjournall’ dove realizza undici film per la maggioranza documentari. Nel 1981 gira il suo primo lungometraggio ispirato al romanzo di Virginia Woolf.


Wakers and Dreamers DM 32′ – Olanda
Eigen haar is goud waard CM 1973 – Olanda
Arthur en Eva CM 1974 – Olanda
Overloop is sloop DM 1974 – Olanda
Werkloosneid DM 1975 – Olanda
Van Brood Alleen Kan Een Mens Niet Leven DM 1975 – Olanda
De Mense, de Industrie en de Ruimte DM 1976 – Olanda
Een Schijntje Vrijheid DM 1976 – Olanda
10.000 Megawatt CM 1977 – Olanda
Hett Bosplan DM 1978 – Olanda
Politiewerk DM 1979 – Olanda
Fietsen DM 1979 – Olanda
Kakafonische Notities CM 1980 – Olanda
Onde (Le) (Golven) 92′ (dal romanzo di V.W.) 1982 – Olanda
Giovanni 90′ 1983 – Olanda
Projekties CM 1984 – Olanda
Omithopter CM 1985 – Olanda
Afstanden I DM 1988 – Olanda
Afstanden II DM 1988 – Olanda
Reis Zonder Einden CM 1988 – Olanda
Coccodrilli ad Amsterdam 90′ 1989 – Olanda
One man and his dog 85′ 1998 – Olanda

André, Marie


On l’appelait president! 35’12 1980 – Belgio
Bruxelles, une ville en ete 11′ 1981 – Belgio
Galerie de portraits 45′ 1982 – Belgio
Come ti amo 22′ 1983 – Belgio
Informator 7′ 1983 – Belgio
Constant 10′ 1984 – Belgio
Crossing Way 4′ 1984 – Belgio
Ange passe (Un) 41’5″ 1985 – Belgio
Compositie 9′ 1985 – Belgio
Repetitions 45′ 1985 – Belgio
Evento 25′ 1987 – Belgio
Visite a Moscou (Une) 46′ 1987 – Belgio
Hombre Alado DM VD 36′ 1995 – Belgio

Andres, Jo

Regista statunitense nata nel 1954. Ha una formazione di coreografa e cineasta ottenuta alla Ohio University dove si laurea nel 1984. Il film ‘Black kites’ del 1995 è basato sui disegni, scritti, diari di una giovane attrice di teatro di Sarajevo, Alma Hajric, conosciuta dalla regista in una tournª in Spagna nel 1988. Con lo scoppio della guerra fa giungere in America l’attrice amica con il bagaglio lacerante di esperienze accumalato durante l’assedio della capitale bosniaca. Nel 1993 inizia il progetto del film a cui lavora il marito della regista, Steve Buscemi prodotto da una indipendenteissima casa di New York, la Open City.


Punk Poultry 1980 – USA
Warrior 1983 – USA
Pteronnadonnas 1984 – USA
What happened to Pete 1992 – USA
Black Kites DM MM SP 26′ 1995 – USA

Andreu Cuevas, Cristina

Nata a Casablanca, Marocco, nel 1960. Trascorre l’infanzia tra il Marocco e il Belgio, trasferendosi successivamente in Spagna dove termina gli studi. Trascorre un anno a Parigi per poi andare a Madrid a specializzarsi in cinematografia presso una scuola privata e lavorando per i film: ‘En penumbra’ di Josª Luis Lozano nel 1985 e ‘Rumbo norte’ di Josè Miguel Ganga nel 1986. Nel 1987 dirige un episodio della serie televisiva spagnola ‘Delirios de Amor’. Il suo primo lungometraggio è del 1988.


Nihilismo CM 1983 – Spagna
Delirio III S TV ep. di Delisios de amor 1987 – Spagna
Brumal 1988 – Spagna

Alkouli (Troyanou), Popi (Calliepe)

Greca, ha studiato al Karolos Koun School, al Greek National Theatre School, al Renª Simon School. Ha seguito un corso di fonologia pratica a Parigi. Ha studiato animazione agli Studies for Animated Puppets in Cinema at the Kudden Pavillion of the Kinocenter di Sofia, Bulgaria. Nel 1993 ha seguito un seminario per High-Definition Television a Lisbona. Nel 1994 a Cardiff, nel Galles, per un seminario di sceneggiatura.


Exursion (An) FT 45′ 1972 – Grecia
Women today… DM 1977 – Grecia
Asia Minor Catastrophe (The) DM 80′ 1982 – Grecia
Fifty Years of Yearning and Hope DM 80′ 1982 – Grecia
From generation to generation DM VD 30′ 1982 – Grecia
Rape DM VD 45′ 1982 – Grecia
Takis Soukas DM 30′ 1983 – Grecia
Devil in your Home (The) VD 1987 – Grecia
Deka chronia meta (Ten years after) DM 62′ 1995 – Grecia

Ahwesh, Peggy


Pittsburgh Trilogy: Verite Opera, Para-Normal Intelligence, Nostalgia for Paradise 50′ 1983 – USA
From Romance to Ritual S8 21′ 1985 – USA
Ode to the New Prehistory S8 25′ 1987 – USA
Philosophy in the Bedroom. 1 part 10′ 1987 – USA
I ride a Pony named Flame VD 5′ 1988 – USA
Martina’s Playhouse 20′ 1989 – USA
Scary movie (The) 9′ 1993 – USA
Color of Love (The) 10′ 1994 – USA
Fragments project (The) VD 60′ (Studi 1985-1995) 1995 – USA
Trilogy of Plato’Cave (The): The family crisis, Frankensteina, The Scary Movie VD 25′ 1996 – USA
Trick Film 5′ 1996 – USA
Magnetism, Attraction and Repulsion, Deep Sleep, Auto Suggestion, Animal Magnetism, Mesmerism and Fascination 15′ 1996 – USA

Akerman, Chantal

Belga, nata a Bruxelles il 6 giugno I950, da genitori ebrei polacchi. Da piccola non andava mai al cinema. Verso i quindici anni entrò per caso in un cinema dove si proiettava ‘Pierrot le fou’. La regista ricorda che vedere quel film di Godard le procurò uno choc memorabile. Nel I967 si iscrive all’INSAS, l’Istituto di Cinematografia di Bruxelles e ne esce dopo quattro mesi delusa per l’accademismo e l’impossibilità di fare pratica di cinema. Il suo primo cortometraggio, ‘Saute ma ville’ realizzato facendosi prestare una macchina da presa da 35 mm., comprando la pellicola con i soldi guadagnati facendo la commessa in un negozio, è selezionato per il Festival di Oberhausen. Andata a vivere in Francia frequenta corsi all’Università Internazionale di Teatro a Parigi. Nel 1972 parte per gli Stati Uniti, a New York dove si avvicinerà al New American Cinema, e sarà una esperienza importante tanto che girerà tre film. Grande influenza avrà su di lei Michael Snow. Nel 1973 torna a Parigi. E’ il momento del movimento delle donne e comincia a lavorare con un gruppo di donne tra le quali Babette Mangolte conosciuta a New York dove lavorava per Yvonne Rainer e che diventa la sua camera-woman. Nello stesso anno a Tolone le viene conferito il premio della ricerca, ha poco più di 23 anni. Nel 1975 ottenendo finalmente un consistente anticipo dal Ministero della cultura belga realizza ‘Jeanne Dielman…’ grossa produzione, a colori, con una equipe tecnica interamente femminile. Ha fatto parte della giuria della Mostra di Venezia nel I986, del Festival di San Sebastiano nel I987 e di quello di Taormina nel I991. Nel I975 la Mostra di Venezia le ha dedicato una sezione personale e nel I982 ha presentato il suo ‘Toute une nuit’ nella sezione Mezzogiorno-Mezzanotte. Nel 1997 la 33^ Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro le ha dedicato una ampia personale. Vive a Parigi, pur sempre in viaggio tra l’Europa e l’America.


Saute ma ville B/N 13′ (Venezia’75) 1968 – Belgio
Enfant aimé ou je joue à être une femme mariée (L’) 30′ 1971 – Belgio
Chambre (La) 1 1972 – Belgio
Chambre (La) 2 1972 – Belgio
Hotel Montérey LM (Venezia’75) 1972 – Belgio
Hanging out Yonkers (inachevé) 1973 – Belgio
Yonkers 90′ (non montato) 1973 – Belgio
Je, tu, il, elle 90′ (Venezia’75) 1974 – Belgio
Jeanne Dielman, 23 Quai du Commerce 1080 Bruxelles 90′ LM (Venezia’75) 1976 – Belgio
New from Home 1977 – Belgio
Rendez-vous d’Anna (Les) 1978 – Belgio
Dis-moi 1980 – Belgio
Toute une nuit 1982 – Belgio
Dorati anni ottanta (I) (Les Années ’80) 1983 – Belgio
Jour Pina a demandé (Un) su Pina Baush VD 58′ 1983 – Belgio
J’ai faim, j’ai froid 1984 – Belgio
Golden Eighties 96′ 1985 – Belgio/Francia
Letters Home 1O4′ 1986 – Belgio
Sloth CM S Seven Women, Seven Sins / Sieben Frauen, Sieben Sünden) 1987 – USA
Histoires d’Amerique (Storie d’America) 1988 – Francia/Belgio
Notte e Giorno 1991 – Belgio
Trasloco (Il) (Le Déménagement) MM 35′ 1992 – Belgio
Tutta una notte 94′ 1992 – Belgio
D’ Est DM 110′ 1993 – Belgio/Francia
Portrait d’une jeune fille de la fin des années ’60 a Bruxelles S Tous les garçons et les filles de leur age 60′ 1993 – Francia
Divan à New York (Un) 1995 – Francia/Germania/Belgio
Jour où (Le) … SP 7′ S Locarno demi-siecle- reflexions sur l’avenir 1997 – Svizzera
Sud DM VD 75′ (Cannes’99) 1998 – Francia/Belgio
Captive (La) 112′ 2000 – Belgio/Francia
De l’autre coté DM VD99′ (Cannes’02) 2002 – Belgio
Là-Bas DM 2006 – Belgio
Tombée de nuit sur Shanghai DM (Cannes’07) 2007 – Belgio

Abramovic, Marina e Ulay


Balance Proof 28” 1977 – Olanda
Breathing In/Breathing out 22′ 1977 – Olanda
Light/Dark 22′ 1977 – Olanda
Expansion in Space 32′ 1977 – Olanda
Imponerabilia 60′ 1977 – Olanda
Relation in Space 60′ (2 VD) 1977 – Olanda
AAA-AAA 16′ 1978 – Olanda
Charged Space 24′ 1978 – Olanda
Incision 30′ 1978 – Olanda
Kaiserschnitt 35′ 1978 – Olanda
Crased Elephant VDinstallazioni 1982 – Olanda
Terra degli dei madre VD 14′ 1983 – Olanda
City of Angels VDinstallazioni 1983 – Olanda
Anima Mundi 8′ 1983 – Olanda
Positive Zero 22′ 1983 – Olanda
You see what you feel/I see VDinstallazioni 1984 – Olanda
World is my country (The) VD 4′ 1984 – Olanda
China Ring VDinstallazioni 1985 – Olanda
Modus Vivendi 25′ 1985 – Olanda
Terminal Garden VDinstallazioni 1986 – Olanda
Continental S VD II,III,IV 1989 – Olanda

Abbrescia – Rath, Silvana


8 marzo, giorno di lotta e di festa DM MM 1977 – Italia
Pentesilea DM CM 1983 – Germania
Kurzschting und unterwegs MM 1984 – Germania
Ewige Stadt (Die) CM 1985 – Germania
Mira 96′ 1987 – Germania
Wiederkehr (Ritorno) 22′ 1995 – Germania