Wrede, Brita

Finlandese, nata a Viborg nel 1894. Coltissima, parla diverse lingue, giornalista e scrittrice. Finita la guerra ha la possibilità di fare cinema, i suoi documentari sono spesso dal punto di vista delle donne e dei bambini, vittime civili del conflitto.


Vägarna Kring Rovaniemi (Les routes autour de Rovaniemi) DM 16′ 1945 – Finlandia
Tukkijoella tapahtuu (Flotterurs de bois) DM 1948 – Finlandia

Tyrlová, Hermína


Devet kuratek (I nove pulcini) – Cecoslovac.
Little paintings – Cecoslovac.
Ferda Mravenec (Ferda la fourmi) DA 10′ 1942 – Cecoslovac.
Ukokébavka (Ninna nanna) CM (Venezia’48 medaglia d’oro film bambini) 1947 – Cecoslovac.
Co jim schází (Cosa manca loro) 1947 – Cecoslovac.
Karambol (Carambola) 1948 – Cecoslovac.
Nocni romance (Romanza notturna) 1949 – Cecoslovac.
Nepovedeny panacek (Il fantoccio mancato) 1950 – Cecoslovac.
Misfit (The) 1951 – Cecoslovac.
Pahadka o drakovi (La favola del drago) 1953 – Cecoslovac.
Venecek pisni (Ghirlanda di canzoni) 1955 – Cecoslovac.
Zlatovlaska (La bella dai capelli d’oro) 1955 – Cecoslovac.
Micek flicek (Il palloncino disobbediente) 1956 – Cecoslovac.
Goldilocks 1957 – Cecoslovac.
Swine herdsman (The) 1957 – Cecoslovac.
Kakamajaka 1957 – Cecoslovac.
Uzel na kapesniku (Il nodo al fazzoletto) 15′ 1958 – Cecoslovac.
Pasacek vepru (Il piccolo guardiano di porci) 1958 – Cecoslovac.
Lazy Martin 1959 – Cecoslovac.
Ztacena panenka (La bambola perduta) 1959 – Cecoslovac.
Vlacek kolejacek (Il trenino disobbediente) 1959 – Cecoslovac.
Little train (The) 1960 – Cecoslovac.
Lesson (A) 1960 – Cecoslovac.
Den odplaty (Il giorno della vendetta) 1960 – Cecoslovac.
Zvedave psanicko (La letterina curiosa) 1961 – Cecoslovac.
Dve klubicka (Due gomitoli) 1962 – Cecoslovac.
Marble (The) 1963 – Cecoslovac.
Kulicka (La piccola biglia) DA (Venezia ’63 ragazzi) 1963 – Cecoslovac.
Vlnená pohadka (Favola in lana) DA CM (Venezia ’64 Bronzo per film ricreativi adolescenza) 1964 – Cecoslovac.
Krteke v autocko (La talpa e l’automobile) CM DA (con pupazzi) (Venezia ’64 Bronzo per fil ricreativi infanzia) 1964 – Cecoslovac.
Blue pianoforte (The) 1965 – Cecoslovac.
Modrá zásterka (Il grembiule azzurro) DA CM (Venezia ragazzi ’65) 1965 – Cecoslovac.
Snêhulák (Il pupazzo di neve) DA (Venezia’66 premio fanciullezza) 1966 – Cecoslovac.
Chlapecek nebo holcicka (Bambino o bambina) 1966 – Cecoslovac.
Psí nebe (Cielo per un cane) DA 9′ (Venezia’67 ragazzi) 1967 – Cecoslovac.
Vánocni stromecek (L’albero di natale) 9′ 1968 – Cecoslovac.
Korálkova pohádka (La favola dei coralli) 1968 – Cecoslovac.
Hvezda Betlemska (La stella di Betlemme) 1969 – Cecoslovac.
Glass whistle (The) 1970 – Cecoslovac.
Malovánky (Disegni da colorare) 1970 – Cecoslovac.
Toulave telatko (Il vitellino vagabondo) 1971 – Cecoslovac.
Ukradene dite (Il bimbo rapito) 1972 – Cecoslovac.
Obavana kacena (La temibile oca) 1972 – Cecoslovac.
Kluk dostava Filipa (Il ragazzo si fa furbo) 1972 – Cecoslovac.
Pejskuv sen (Il sogno del cagnolino) 1972 – Cecoslovac.
Jak pejsek vycmuchal darebaka (Come il cagnolino scovò il birbone) 1972 – Cecoslovac.
Vanoce u zviratek (Il natale tra gli animaletti) 1973 – Cecoslovac.
Klukovy klukoviny (Le ragazzate di un ragazzo) 1973 – Cecoslovac.
Ruzove bryle (Occhiali rosa) 1973 – Cecoslovac.
Oslik usatec (L’asinello dalle grandi orecchie) 1974 – Cecoslovac.
Já a muj dvojnozec (Io e il mio bipede) 1974 – Cecoslovac.
Já a belovous zrzunda (Io e il rossiccio barba bianca) 1974 – Cecoslovac.
Já a fousek (Io e il baffetto) 1975 – Cecoslovac.
Já a bledemodra (Io e il celeste) 1975 – Cecoslovac.
Já a kiki (Io e Kiki) 1976 – Cecoslovac.
Prihody Ferdy mravence (Le avventure della formica Ferda) 1977 – Cecoslovac.
Ferda v cizich sluzback (Ferda in servizio all’estero) 1977 – Cecoslovac.
Ferda v mravenisti (Ferda nel formicaio) 1977 – Cecoslovac.
Príhody brouka Pytlika (Le avventure del lombrico Pytlik) 1978 – Cecoslovac.
Uspavanka (Ninna nanna) DA 1979 – Cecoslovac.
Jak si jakub naposled vystrelil (L’ultimo sparo di Jakub) 1979 – Cecoslovac.
Zertikem s certikem (Scherzando con il diavoletto) DA 1980 – Cecoslovac.
Fronde qui gronde (La) 10′ 1984 – Cecoslovac.

Tual, Denise

Nata a Parigi il 15 maggio 1906. Madre violoncellista, padre editore, luoghi dell’infanzia: Fontainbleau. Laurea giovanissima, corsi di disegno e di pittura. Poi l’incontro con il teatro e la vita di gruppo. Un matrimonio con un amico di famiglia. Ma non À ciò che vuole. Il cinema, nuovo interesse, deve essere fatto dall’inizio. Cosœ entra nelle officine di sviluppo di Epinay. Poi il montaggio, settore dove contribuisce alla creazione di un sindacato nel 1928. Successivamente capo-montatore partecipando a una trentina di lungometraggi di vari registi. Jean Renoir (La chienne), Marc Allegret (Lac au dames), Marcel Pagnol, Alexandre Korda. Col cinema incontra anche l’amore, quello appassionato, in Pierre Batcheff, attore di cinema, bello, celebre, ma divorato da una sensazione di inadeguatezza nei confronti dei suoi amici surrealisti. Matrimonio, nuove amicizie, Prevert, Jacqyes Brunius, Jean Pierre Le Chanois. Nel 1931 il suicidio del marito. Dopo cinque anni, nuovi progetti e un’idea diversa: chiedere agli scrittori di partecipare alla produzione cinematografica. Insieme a Gaston Gallimard e il marito fonda una casa di preproduzione, la Synops, con la quale coinvolge Prevert, Bernanos, Saint-Exupery e tanti altri. Una trentina di film vengono prodotti sotto gli auspici della Synops. In tale lavoro l’incontro con Roland Tual legato ai surrealisti e direttore degli studi Pathª. Col matrimonio nasce anche un lavoro di collaborazione stretta. Nel 1944 due gemelli. Dal 1949 due anni dedicati alla ricerca di film documentari e di attualità girati nel corso di quarantacinque anni, dal 1900 al 1945. Poi l’opera di montaggio. Alla fine il film ‘Questo secolo ha cinquant’anni’. Ancora lavoro, anche per la televisione. La morte del marito nel 1956. Nel 1969 riprende la sua attività di regista di film di montaggio.


Bonsoir mesdames, bonsoir messieurs – Francia
Lit à colonnes (Le) 1946 – Francia
Jean de la lune 1948 – Francia
Jeune homme et la morte (Le) CM 14′ 1969 – Francia
Olivier Messiaen et les oiseaux 80′ 1973 – Francia
André Masson ou l’immagination surréaliste 1977 – Francia
Luis Bunuel: souvenirs surréalistes 50′ 1977 – Francia

Sparber, Isadore


Casper the friendly Ghost: There’s Good Boos Tonight DA S 6′ 1948 – USA

Santos, Carmen

Pseudonimo di Maria do Carmo Gon°ales Seabra, nata a Vila Flor (Portogallo) nel 1904. All’età di otto anni è a Rio de Janeiro. Tra il 1919 e il 1924 prende parte a tre film. Fonda nel 1925 la sua compagnia di produzione e collabora con Mario Peixoto. Nel 1935 dà vita alla Brasil Vita Filmes diretta da Humberto Mauro, mentre lei assume il ruolo ufficiale di prima attrice. Diventa uno dei due poli della produzione cinematografica di Rio de Janeiro. In questo periodo inizia il suo progetto: scrive una sceneggiatura, dirige, intepreta e produce il suo film che richiede sette anni. Muore nel 1953.


Inconfidencia Minera (La sfiducia dei minatori) 1948 – Brasile

Landeta, Matilde S.


Lola Casanova 1948 – Messico
Negra angustias (La) 1949 – Messico
Trotacalles (Filles du trottoir) FT 101′ 1951 – Messico
Cerco una donna di servizio 1989 – Messico

Jakubowska, Wanda

Polacca, nata a Varsavia il 10 novembre 1907. Dopo gli studi di storia dell’arte all’Univesità di Varsavia, fa il suo debutto nel cinema nel 1929, partecipa alla costituzione di un movimento progressista di cineasti polacchi chiamato Star. Molte collaborazioni con diversi registi. Con l’occupazione nazista di Varsavia viene deportata prima a Auschwitz poi a Ravensbrück. Ritornata dalla deportazione realizza un primo film molto di circostanza. Sará con ‘L’ultima tappa’ che verrá riconosciuta la sua capacitá di regista. Il film narra della deportazione e della vita nei campi di concentramento che aveva subito. Insegna fino al 1974 alla Scuola di Cinema di Lodz.


Autumn Impressions 1932 – Polonia
Sea (The) 1932 – Polonia
We are building 1933 – Polonia
Edison street CM 1938 – Polonia
Ultima tappa (L’) (Ostatni Etap) LM 2800 m. 1948 – Polonia
Soldier of Victory 1953 – Polonia
Atlantic Story (An) 1955 – Polonia
Farewell to the devil 1957 – Polonia
King Matthew 1 1958 – Polonia
Begegnung im Zwielicht (Encounters in the dark) 107′ 1960 – Germania/Polonia
Modern story (An) 1960 – Polonia
End of our world ( An) 1964 – Polonia
Hot line (The) 1965 – Polonia
Big wood (The) 1966 – Polonia
At100 miles per hour 1972 – Polonia
Biali mazur 1979 – Polonia-URSS
Zaproszenie 1985 – Polonia
Kolory Kochania 1987 – Polonia

Henning – Jensen, Astrid e Byarne


Attention a la carie des dents DM – Danimarca
Lolland et Falster(Les) DM – Danimarca
Réfugiés ont trouvé un abri (Les) DM – Danimarca
Petits rats de l’Opéra (Les) DM – Danimarca
Chasse aux phoques DM – Danimarca
Christian IV som bygherre (Un Grand bâtisseur: le roi Christian 4°) DM (autrice) 1941 – Danimarca
SOS Kindtand DM 1943 – Danimarca
Danske Sydhavsöer DM 1944 – Danimarca
Impressions d’avril DM 1945 – Danimarca
Flyktingar Finner en Hahm DM 1945 – Danimarca
Ditte Menneskebarn (Ditte figlia dell’uomo) 105′ (Venezia’47) 1946 – Danimarca
Questi benedetti ragazzi (Ces Sacrés Gosses) 1947 – Danimarca
Stemming I april DM 1947 – Danimarca
Pokkers Unger! (De) (The Hooligans. Questi benedetti ragazzi) FT (Venezia ’47 premio per meriti artistici) 1947 – Danimarca
Kristinus Bergman 1948 – Danimarca
Ragazzi del Mare del Nord 1948 – Danimarca
Solstik (Colpo di sole) 1953 – Danimarca
Kørt år sommaren – Pan 1962 – Danimarca