Wilson, Elsie Jane

Attrice per la Universal, nel 1915 si cimenta nella regia specializzandosi in film per l’infanzia.


Game’s up (The) – USA
Donna perfecta 1915 – USA
Human catos (The) 1916 – USA
Cricket (The) 1917 – USA
My little boy 1917 – USA
Little Pirate (The) 1917 – USA
Silent Lady (The) 1917 – USA
New love for old 1918 – USA
Beauty in chains 1919 – USA
City of tears 1919 – USA
Dream lady (The) 1919 – USA
Lure of luxury (The) 1919 – USA

Weber, Lois

Americana, nata a Allegheny City (Pennsylvania) il 13 giugno 1881, Florence Loës, ebbe una educazione profondamente religiosa. Fino a diciassette anni girò come pianista dotata. Si unì a una organizzazione tipo Esercito della salvezza convinta della necessitá che la professione avesse bisogno di una missionaria. Nel 1904 venne ingaggiata per una commedia, ‘Why girls leaves home’, ne sposò il regista-attore Phillips Smalley. Nel 1907 lavorò per la Gaumont Talking Picture di New York e per la Reliance, nel 1909 per la Rex. I due iniziarono insieme la carriera cinematografica nel 1910 alla Rilance Company ed infine alla Rex di Edwin S. Porter fino al 1913. Ne assunsero la direzione quando il regista andò a lavorare per Adolph Zukor. Lois curò montaggio, didascalie, facendo contemporaneamente l’attrice e dividendo col marito la regia di un numero imprecisato di film, secondo la stessa Lois dai 200 ai 400, mentre Richard Koszarski (studioso di cinema) nel 1975 ne riporta poco più di 50. Lavorò anche per la Bosworth Co tra il 1914 e il 1915, per la Universal fra il 1915 e il 1919, dopodichè divenne indipendente e al massimo della carriera formò la sua compagnia di produzione, la Lois Weber Productions e firmò un contratto con Famous Player-Larky. Ma i film non ebbero successo, e anche la societá fallì come il matrimonio con Smalley. Si riprese solo qualche anno dopo, ma i film realizzati alla fine del muto non ebbe successo, così come non servì l’estremo tentativo con una produzione a basso costo nel 1934. Morì in miseria nel 1939. Fu la prima donna regista regolarmente pagata a Hollywood e la più Pagata del cinema muto: 5000 dollari la settimana. Nello stesso periodo Alice Guy lavorava a New York.


Heiress (The) (recit.) 1911 – USA
On the Brink (recit.) 1911 – USA
Fine Feathers (The) BN 13′ 1912 – USA
Troubadour’s (The) triumph (recit.) 1912 – USA
Japanise Idyll (A) 15′ 1912 – USA
Eyes of God (The) 1913 – USA
Female of species (The) (rec.-regia) 1913 – USA
Suspence 13′ (recit.) 1913 – USA
His Brand 1913 – USA
Hypocrites (The) 1914 – USA
It’s no laughing matter 1914 – USA
Like most wives 1914 – USA
Traitor 1914 – USA
Leper’s coat (The) 1914 – USA
Fool and His money (The) (recit.-regia) 1914 – USA
Career of Waterloo Peterson (The) 1914 – USA
Cigarette (A) 1915 – USA
That’s all 1915 – USA
Jewel (Il gioiello) 1915 – USA
Discontent 1916 – USA
John Needham’s double 1916 – USA
People versus John Doe (The) (rititolato God’s law) recit.-regia 1916 – USA
Shoes 1916 – USA
French (The) downstairs 1916 – USA
Wanted – a Home 1916 – USA
Even as you and I 1917 – USA
Man (The) who dared God 1917 – USA
Mysterious (The) Mrs. Musselwhite 1917 – USA
Prices of a good time (The) 1917 – USA
There’s no place like home 1917 – USA
Borrowed clothes 1918 – USA
For husbands only 1918 – USA
Doctor and the woman (The) 1918 – USA
Dottor (Il) X 1919 – USA
Forbidden 1919 – USA
Home 1919 – USA
Mary Regan 1919 – USA
Midnight romance (A) (Romanzo di mezzanotte) 1919 – USA
When a girl loves 1919 – USA
To please one woman 1920 – USA
Blot (The)104′ 1921 – USA
Too wise wives 60′ 1921 – USA
What do men want? 1921 – USA
What’s worth while ? 1921 – USA
Chapter in her life (A) 60′ 1923 – USA
Marriage clause (The) 1926 – USA
Angel of Broadway (The) 1927 – USA
Sensation seekers 1927 – USA
White heat 1934 – USA

Raggio, Elettra


Automartirio 1917 – Italia
Morte che assolve (La) 1918 – Italia
Primavera 1919 – Italia
Valanga (La) 1919 – Italia
San Zurka San 1920 – Italia
Arma del diavolo (L’) 1922 – Italia

Park, Ida May

Nata nel 1985 e morta nel 1954. Fu la prima sceneggiatrice americana che lavorò principalmente come regista negli anni ’10. Autrice di numerosi soggetti che il marito Joseph De Grass, attore, realizzD‮ Dal 1917 al 1918 fu l’unica regista responsabile di numerosi film della Universal. Diresse numerose star, mettendo in atto una organizzazione di lavoro ineccepibile. Nellamet! Negli anni ’20, diventando la tecnica regista più complicata per le innovazioni tecniche apportate, preferì abbandonare accontentandosi di collaborare in maniera anonima alle sceneggiature dei film che il marito dirigeva.


Grand passion – USA
Penny of Top hill trail – USA
Simple pool 1913 – USA
Tangled hearth (The) 1916 – USA
Bondage 1917 – USA
Fires of rebellion 1917 – USA
Flashlight (The) 1917 – USA
Bread 1918 – USA
Model’s confession (The) 1918 – USA
Vanity Pool 1918 – USA
Broadway love 1918 – USA
Rescue (The) 1918 – USA
Risky Road 1918 – USA
Amazing wife 1919 – USA
Butterfly man (the) 1920 – USA
Bonnie May 1921 – USA
Midlanders (The) 1921 – USA

Notari, Elvira

Nata a Salerno il 10 febbraio 1875, morta a Cava dei Tirreni nel 1946. Elvira Coda, di modeste origini, ha completato le Scuole Normali. Incontra Nicola Notari a Napolie lo sposa nel 1902. Il marito avvia un un laboratorio che dalla lavorazione delle pellicole, comincia a specializzarsi nel 1906 nella produzione di cortometraggi da proiettare al termine di altri spettacoli o negli intervalli, gli ‘Arrivederci’ e gli ‘Augurali’ con l’aiuto di Elvira che comincia cosú la sua attività di regista sceneggiatrice montatrice. Erano lunghi dai 10 ai 20 metri tutti colorati a mano fotogramma per fotogramma, trattavano di brevi scenette girate soprattutto in esterni. Oltre a queste serie a soggetto giravano anche dei documentari che registravano gli avvenimenti piØ ɩmportanti, dei cinegiornali, che venivano inviati anche alla PathÈ, all’Eclair e alla Gaumont. Nel 1909 fondano la Film Dora e lo stabilimento con teatro di posa, laboratorio annesso entra in funzione nel 1910. Nel 1915 il nome diventa Dora Film, una delle più prestigiose produzioni del napoletanato: Elvira scrive e dirige, Nicola lavora come operatore, insieme supervisionano e controllano l’intero processo. Il figlio Edoardo reciterà l’onnipresente ruolo che Elvira inserisce nelle sceneggiature modificandole sulla crescita.del figlio, realizzando dei veri e propri serials. Dal 1920 anche il figlio Edoardo collaborerà alle sceneggiature e al montaggio. Il numero di film realizzato non è preciso, si parla di 60, i lungometraggi. E tutti gli altri?.Il suo ultimo film è del 1930, lo stesso anno che la Dora Film cessa la sua attività, alla quale ha certo contribuito molto la censura fascista. Nicola continua la sua attività di sviluppo e stampa e comincia ad occuparsi anche di importazione e distribuzione, attività quest’ultima che continuerà il figlio Edoardo. Elvira fonda una Scuola d’Arte Cinematografica.


Accalappiacani (L’) DM 40 m. 1909 – Italia
Processo Cuocolo (Il) DM 1000 m. 1909 – Italia
Fuga del gatto DM 600 m. 1910 – Italia
Maria Rosa di Santa Flavia B/N muto 280 m. 1911 – Italia
Eroismo di un aviatore a Tripoli (L’) muto 700 m. 1912 – Italia
Guerra Italo-turca tra scugnizzi napoletani B/N muto 500 m. 1912 – Italia
Nomadi (I) B/N muto 600 m. 1912 – Italia
Ritorna all’onda B/N muto 1000 m. 1912 – Italia
Carmela la pazza 1912 – Italia
A Marechiaro ce sta na fenesta (1^^versione 13/15) 1200m. 1913 – Italia
Povera Tisa, povera madre B/N muto 1100 m. 1913 – Italia
Tricolore B/N muto 1000 m. 1913 – Italia
Fenesta che lucive (1^^versione) 1200 m. 1914 – Italia
Addio mia bella addio, l’armata se ne va 1200 m. 1915 – Italia
Figlio del regimento 1200 m. 1915 – Italia
Sempre avanti, Savoia 1200 m. 1915 – Italia
Carmela la sartina di Montesanto 1916 – Italia
Ciccio o’pizzaiuolo d’o carmine (Errore giudiziario) B/N 1000 1916 – Italia
Gloria ai caduti 1100 m. 1916 – Italia
Mandolinata a mare 1500 m. 1917 – Italia
Maschera del vizio (La) 1500 m. 1917 – Italia
Nano rosso 1600 m. 1917 – Italia
Barcaiuolo d’Amalfi 1500 m. 1918 – Italia
Gnesella 1300 m. 1918 – Italia
Pusilleco addiruso (Rimpianto) 1300 m. 1918 – Italia
Chiarina la modista 1300 m. 1919 – Italia
Gabriele il Lampionario di porto 1300 m. 1919 – Italia
Medea di Porta Medina 1300 m. 1919 – Italia
‘A legge 1300 m. 1920 – Italia
‘A mala nova 1300 m.(Lombardo Film) 1920 – Italia
‘A piedigrotta 1300 m. (Lombardo Film) 1920 – Italia
Gennariello il figlio del galeotto 1300 m. 1921 – Italia
Gennariello il poliziotto 1300 m. 1921 – Italia
Luciella 1300 m. 1921 – Italia
‘O Munaciello 1921 – Italia
‘A santa notte 1300 m. Lombardo Film 1922 – Italia
Cielo celeste 1300 m. 1922 – Italia
Cielo ‘e Napule 1300 m. 1922 – Italia
E’ piccerella (VD 90′ nel 1992) 1922 – Italia
Miracolo della Madonna di Pompei (Il) (Lombardo Film) 1922 – Italia
Core ‘e frate 1300 m. (Lombardo Film) 1923 – Italia
‘O Cuppe’ d’a morte 1400 m. (Lombardo Film) 1923 – Italia
Pupatella 1300 m. 1923 – Italia
Reginella 1300 m. 1923 – Italia
Scugnizza 1300 m. 1923 – Italia
Sotto San Francisco (‘N galera) 1500 m. 1923 – Italia
A Marechiaro ce sta na fenesta (2^versione) 1400 m. prod. Film Dora distr.Lombardo Film 1924 – Italia
Fata di Borgo Loreto (La) (remake di Nano Rosso) 1200 m. 1924 – Italia
Mettite ll’avvocato 1500 m. 1924 – Italia
Nfama (Voglio a tte) 1500 m. 1924 – Italia
Otto e Novanta 1300 m. 1924 – Italia
Piange Pierrot (firmato Edoardo Notari, prod.Gennariello Film, Napoli) distr.Lombardo Film 1924 – Italia
Fenesta che lucive (remake di Addio mia bella addio) 1500 m. 1925 – Italia
Italia s’è desta (L’) 1927 – Italia
Fantasia ‘e surdato 1927 – Italia
Leggenda di Napoli (La) 1500 m. 1928 – Italia
Napoli terra d’amore 1500 m. 1928 – Italia
Madonnina del pescatore (La)(remake A Marechiaro ce sta ‘na fenesta) 1928 – Italia
Duie paravise 1500 m. 1929 – Italia
Napoli sirena delle canzoni 1500 m. 1929 – Italia
Pass ‘a bandiera 1500 m. 1930 – Italia
Trionfo cristiano 1930 – Italia

Dulac, Germaine

Francese, nata ad Amiens nel 1882, morta nel luglio del 1942, suo vero nome: Charlotte Elisabeth Germaine Saissets-Schneider. Nasca da una famiglia borghese composta da militari e industriali. Trasferitasi a Parigi per studiare si interessa sin dalla prima giovinezza all’arte, in particolare alla fotografia e alla musica dopo essersi dedicata allo studio della letteratura e del teatro. Nel 1905 sposa un ingegnere agronomo, Albert Dulac dal quale divorzierà dopo quindici anni. Non accettando il ruolo di semplice moglie si impegna come giornalista. Nel 1909 entra come redattrice in La Fran°aise di ispirazione femminista, con cui collaborerà fino al 1913. Nello stesso tempo collabora al quotidiano femminista La Fronde di Marguerite Durand. Ne La Francaise dopo aver tenuto una rubrica su donne celebri comincia ad occuparsi di cronaca teatrale con sempre maggiore interessamento al cinema. Nel 1914 la ballerina Stacia de Napierkowska, amica di Germaine, le propone di accompagnarla a Roma durante le riprese del nuovo film in preparazione: ‘Caligola’. Tale esperrienza la renderà più sicura della sua intelligenza cinematografica tanto che un anno dopo, aiutata da suo marito, fonda una casa di produzione, la DELIA FILM con la poetessa, romanziera e poi sceneggiatrice Irene Hillel-Erlander iniziando così la sua attività di regista. Durante la realizzazione di ‘Anime folli’ con l’interprete principale Eve Francis, attrice teatrale appassionata di cinema, Germaine ne conosce il fidanzato: Louis Delluc. Un incontro che nel 1918 dovette rivelarsi poi molto importante per il movimento di avanguardia. In quell’anno, Delluc propone alla regista una nuova sceneggiatura: ‘La festa spagnola’, copione immediatamente accettato e tradotto in film da Germaine. Sarà anche l’unica volta che Delluc e Dulac collaboreranno insieme direttamente. Nel 1922 il film considerato il suo capolavoro: ‘La sorridente Madame Beudet’ con il quale giunge al termine della sua concezione filmica. Continuerà a realizzare film per il grande pubblico. Ma le riflessioni sulla possibilità di un ‘film integrale’ la portano a formulare immagini filmiche audaci, come è audace il film ‘La conchiglia e il vescovo’ da un testo di Antonin Artaud. Naturalmente filmare un sogno, in pi˘ femminile, non puÚ lasciare indifferenti i surrealisti, tutti maschi, che l’accusano di aver femminilizzato la sceneggiatura di Artaud. Altrimenti perchË il grido di Artaud ‘Lei è una vacca!’ contro la regista durante la proiezione del film? Nonostante le critiche Germain continua la ricerca del suo ‘cinema puro’, tentare anche la fusione del cinema con la musica per visualizzare le sue preoccupazioni estetiche. Nel 1931 on l’avvento del sonoro non rimane che abbandonare. Comincia a lavorare come direttrice aggiunta alla Gaumont e lú troverà nuovo spazio per il suo modo di fare cinema dirigendo il dipartimento France-Actualités, trasmissione settimanale che inizia nel settembre 1932 nella quale presenterà tutti i fatti dell’attualità mondiale e nella quale riesce ad affermare il suo senso acutissimo dell’estetica cinematografica. Ancora, la sua partecipazione alla fondazione di cine-club fu fondamentale permettendo a un numeroso pubblico di scoprire le opere anche di giovani registi quali Joris Iven e Jean Vigo. Germaine voleva promuovere la realizzazione della cinematografia integrale, libera da ogni condizionamento con la letteratura e il teatro. ‘L’essenza del pensiero cinematografico è il movimento. Questa corsa sfrenata delle nostre anime, dei nostri corpi, del mondo in cui siamo.’


Soeurs ennemies (Les) 1916 – Francia
Bufere della vita 1916 – Francia
Géole mystérieux 1917 – Francia
Venus Victrix (Lombardo film) 1917 – Francia
Ames de fous 1918 – Francia
Bonheur des autres (La) 1918 – Francia
Cigarette (La) 1919 – Francia
Fête Espagnole (La) 1919 – Francia
Danses espagnoles 5′ 1919 – Francia
Malencontre (La) 1920 – Francia
Belle dame sans merci (La) 1921 – Francia
Gossette S 6 episodi 1922 – Francia
Mort du soleil (La) 1922 – Francia
Werther (incompiuto) 1922 – Francia
Celles qui s’en font 5′ 1923 – Francia
Diable dans la ville (Le) 1924 – Francia
Ame d’artiste 1925 – Francia
Follie des vaillants (La) 1926 – Francia
Antoinette Sabrier 1927 – Francia
Invitation au voyage (L’) (film brevissimo ma elaborato) 1927 – Francia
Coquille et le clergyman (La) 15′ 1928 – Francia
Corona della principessa (La) 1928 – Francia
Germination d’ un Haricot 1928 – Francia
Mon Paris 1928 – Francia
Disque 927 ( film brevissimo ma molto elaborato) 1929 – Francia
Etude cinégraphique sur un Arabesque 1929 – Francia
Princesse Mandane (La) 1929 – Francia
24 heures du Mans (Les) 1930 – Francia
Thème et variation 1930 – Francia
Picador (Le) 1932 – Francia
Jaquelux 1932 – Francia
Dans l’ouragan de la vie 1932 – Francia
Marchand de canons (Le) 1936 – Francia
Cinema au service de l’ histoire (Le) 1937 – Francia
France – actualités – Gaumont (dal 1930-1940) 1940 – Francia