Werneck, Sandra


Pequeno dicionario amoroso (Little book of love) 100′ 1996 – Brasile/GB
Possible loves 1999 – Brasile
Amores possíveis 2001 – Brasile

Weisse, Ina


Lünow CM 1999 – Germania
Sonntag CM 2000 – Germania
Klara CM 2001 – Germania
Alles anders (Everything’s different) 19′ 2002 – Germania
Alles Ander CM 2002 – Germania
Architect (The) 92′ (Berlinale’09) 2008 – Germania

Ward, Rachel


Blindman’s bluff CM 2001 – Australia
Big house (The) CM 2002 – Australia
Martha’s new coat 52′ (RIFF’04) 2003 – Australia

Volpe, Petra Biondina

Nata in Svizzera a Suhr nel 1970, dal 1992 al 1994 studia arte a Zurigo: Nel 1994 si trasferisce per un anno a New York. Dal 1995 al 1997 lavora a Zurigo come montatrice. Dal 1997 studia teatro e sceneggiatura alla Università del cinema e Televisione Konrad Wolf di Potsdam in Germania.


Though Lady’s walk on the moon (A) CM SP 1992 – Germania
Alone at home CM SP 1993 – Germania
Home of the Dwarfs SP 1994 – Germania
Hitler’s daughter 1995 – Germania
Jail CM 1997 – Germania
Mia nonna tutto zucchero DM 1998 – Germania
Kiss (The) CM 1999 – Germania
Crevetten (Locarno’01) 2001 – Germania
Schlorkbabes abdere raststätte 14′ (Creteil’03) 2002 – Germania
Fidanzata (La) 2004 – Germania
Schnes wochenende 2005 – Germania
Kleine fische 2007 – Germania

Villacèque, Anne


Nos Vacances 10′ (fine corso FEMIS) 1993 – Francia
Trois histoires d’amour de Vanessa DM 1996 – Francia
Infortunes de la vertu (Les) 1998 – Francia
Petite chérie 106′ (Cannes’2000) 2000 – Francia
Nezha la bonne DM 2001 – Francia
Oh! Les filles DM 2003 – Francia
No limit DM 2004 – Francia
Riviera 94′ (Locarno’05) 2005 – Francia

Villaverde, Teresa Cabral


Idade maior (A) ( L’età maggiore) 118′ (Berlino’1991) 1991 – Portogallo-Francia
Tres Irmaos (Due fratelli, mia sorella) 105′ 1994 – Portogallo
O amor não me engana DM CM 1996 – Portogallo
Mutanti (I) (Os mutantes) 113′ (Cannes’98) 1997 – Portogallo
Acqua e sale 117′ (Venezia’01) 2001 – Portogallo/Italia

Vernoux, Marion

Francese, nata a Parigi il 29 giugno 1967 (altra fonte: Montreuil sous Bois nel 1966). Interrompe gli studi a 16 anni per il cinema. Si presenta a Bertandr Blier, scrive un romanzo che non verrà pubblicato. Grazie a una produttrice di cui è assistente parte per Los Angeles. Nel 1989 la sua esperienza americana riversata in una sceneggiatura diventa un film di Bernard Schmitt: ‘Pacific Palisades’. poi scrive per Philippe Galland (‘Le dernier des metiers’ – 1990) e per Luc Bªraud ‘Peche capital’ – 1994. Lavora alla televisione per una serie di telefilm dal 1988 al 1991. Con l’uscita del suo lungometraggio ottiene il Prix de Rome per una sceneggiatura e trascorre sei mesi a Villa Medici. Ha scritto: ‘N’importe quoi ‘di Florent Pagny.


Pierre qui roule S TV (1988-1991) 1991 – Francia
Personne ne m’aime 95′ 1993 – Francia/Svizzera
Love etc. 105′ 1996 – Francia
Amour est a reinventer: Dedans (L’) S Dix histoires d’amour au temps du SIDA compl. 58′ FT 7’23 1997 – Francia
Rien a faire 105′ 1999 – Francia
Drugstore 5′ 1999 – Francia
Regina per un giorno (Reines d’un jour) 94′ (Venezia’01) 2001 – Francia
A boire! (Bottoms up) 90′ 2004 – Francia

Vermillard, Marie

Francese, nata a Tulle nel 1954. Ha studiato architettura a Clermont Ferrand prima di trasferirsi a Parigi (ha lavorato come assistente sociale per sette anni) dove inizialmente ha lavorato come segretaria di produzione per ‘Un mondo senza Pietà’ di Rochant nel 1989, ‘La sentinelle’ di Desplechin nel 1992 e altri ancora. Ha cominciato a scrivere per il cinema diventando sceneggiatrice per Rochant, Barbier e Assayas. Nel contempo ha girato alcuni cortometraggi segnalati nei festival. Ha ricevuto per le sue sceneggiature l’Airone d’oro. Nel 1996 un mediometraggio segna l’inizio della collaborazione con l’attrice Nathalie Richard presente anche nella sua ultima opera (2001).


Reste (Rimani) CM 20′ 1992 – Francia
Quelqu’un 21′ 1995 – Francia
Eau douce 58′ 1996 – Francia
Lila Lili 112′ 1998 – Francia
Imago (Jours de folie) 105′ 2001 – Francia